Fondo perduto perequativo al via: definita percentuale di calcolo

Fondo perduto perequativo al via: definita la percentuale di calcolo (con peggioramento del reddito anno 2020 rispetto anno 2019 di almeno del 30%)

fondo perduto

Il Ministro Franco firma il decreto attuativo del fondo perduto perequativo per le P. IVA: pronte le regole per determinare l’ammontare del contributo perequativo spettante
Si apprende che in data 12 novembre è stato firmato il decreto MEF contenente i requisiti per avere il fondo perduto per le PIVA noto come fondo perduto perequativo calcolato sulle risultanze delle dichiarazioni dei redditi e non solo del calo del fatturato.

Il decreto del ministro dell’Economia è stato firmato dopo che la Commissione europea ha dato il suo via libera.
Il decreto stabilisce che per poter ottenere il contributo a fondo perduto i soggetti interessati devono aver presentato entro il 30 settembre 2021 la dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2020.
Inoltre, il contributo NON spetta nel caso in cui la dichiarazione relativa al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2020 sia presentata successivamente al predetto termine o nel caso in cui la dichiarazione relativa al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2019 non sia stata validamente presentata.

Il decreto chiarisce che ai fini del rispetto dello stanziamento delle risorse le eventuali dichiarazioni dei redditi integrative o correttive presentate oltre il termine del 30 settembre 2021 relativamente al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2019 e al 31 dicembre 2020 non rilevano ai fini della determinazione del contributo qualora dai dati in esso indicati derivi un importo del contributo maggiore rispetto a quello risultante dalle dichiarazioni trasmesse entro il 30 settembre 2021.

Contributo a fondo perduto perequativo a chi spetta

L’articolo 1, commi da 16 a 27, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, ha previsto l’erogazione di un contributo a fondo perduto per:

  • i soggetti esercenti attività d’impresa,
  • arte e professione
  • o che producono reddito agrario, titolari di partita IVA
  • residenti o stabiliti nel territorio dello Stato,
  • che abbiano registrato un peggioramento del risultato economico d’esercizio relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020 rispetto a quello relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Studio DEGNI – V.le Unione, 71 – Cusano Milanino (MI)

Tel./Fax 02 61 32 286 – Email: info@studiodegni.it
Email PEC: degnicosimo@odcec.mb.legalmail.it

VUOI RICEVERE UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO?

Fai la tua richiesta e riceverai subito una proposta.

Il nostro Studio offre tariffe concorrenziali, pur non rinunciando alla qualità del lavoro svolto e all’attenzione nei confronti del cliente.

Per ricevere un PREVENTIVO senza alcun impegno COMPILA IL FORM SOTTOSTANTE specificando le tue richieste nel messaggio.

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *