Proroga per blocco del sistema informatico Agenzia delle Entrate

Blocco del sistema informatico – A seguito dei problemi tecnici riscontrati nei giorni 30 e 31 marzo, si sono verificati dei rallentamenti nell’elaborazione che, nel caso specifico dei canali SDIFTP, hanno determinato un ritardo sia nel prelevamento dei supporti FI, che nella consegna dei supporti FO determinando, di fatto, delle code elaborative per i portali informatici per il transito dei flussi della trasmissione dei dati telematici e delle fatture elettroniche che sono in corso di smaltimento.

blocco del sistema informatico Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha effettuato un comunicato stampa pubblicato sul sito che viene di seguito riportato.

Comunicato stampa del 31 marzo 2022 Agenzia delle Entrate

Sogei S.p.A. comunica blocco del sistema informatico della fiscalità. Previsto un provvedimento di irregolare funzionamento degli uffici e proroga dei termini

Sogei S.p.A. – società di Information Technology del Ministero dell’Economia e delle Finanze – incaricata della realizzazione, sviluppo, manutenzione e conduzione tecnica del sistema informativo della fiscalità per l’Amministrazione finanziaria e, quindi, anche del sito web e dei servizi informatici dell’Agenzia delle Entrate, ha comunicato che, a causa di alcuni anomali cali di tensione elettrica, si sono verificati danneggiamenti ai propri sistemi impiantistici che a partire dalle ore 14,07 di ieri, 30 marzo 2022, hanno comportato dei malfunzionamenti ai collegamenti telematici e telefonici dell’Agenzia delle Entrate.

Alla luce di tale situazione, l’Agenzia comunica che provvederà a emanare un provvedimento di irregolare funzionamento degli uffici ai sensi dell’art. 1 del decreto legge 21 giugno 1961, n. 498 non appena Sogei avrà provveduto alla riattivazione dei servizi e dei collegamenti.

In virtù di questa norma, infatti, qualora gli uffici finanziari non siano in grado di funzionare regolarmente a causa di eventi di carattere eccezionale, non riconducibili a disfunzioni organizzative dell’Amministrazione finanziaria stessa, i termini di prescrizione e di decadenza nonché quelli di adempimento di obbligazioni e di formalità previsti dalle norme riguardanti le imposte e le tasse a favore dell’erario, scadenti durante il periodo di mancato o irregolare funzionamento, sono prorogati con l’apposito provvedimento pubblicato sul sito dell’Agenzia (pubblicità legale in luogo della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale).”

Il provvedimento, che viene emanato ai sensi dell’art. 1 D.L. 21 giugno 1961 n. 498, prevede che nel caso in cui “gli uffici finanziari non siano in grado di funzionare regolarmente a causa di eventi di carattere eccezionale, non riconducibili a disfunzioni organizzative dell’amministrazione finanziaria, i termini di prescrizione e di decadenza nonché quelli di adempimento di obbligazioni e di formalità previsti dalle norme riguardanti le imposte e le tasse a favore dell’erario, scadenti durante il periodo di mancato o irregolare funzionamento, sono prorogati fino al decimo giorno successivo alla data in cui viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il decreto”.

Blocco del sistema informatico, il provvedimento

Pertanto, con il comunicato stampa di accompagnamento al provvedimento si chiarisce che, nei casi in cui, come “certificato” con provvedimento direttoriale (che, come noto, sostituisce il decreto in G.U. a tutti gli effetti di legge), gli uffici finanziari non siano in grado di funzionare regolarmente a causa di eventi di carattere eccezionale, non riconducibili a disfunzioni organizzative dell’Amministrazione finanziaria stessa, i suddetti termini, scadenti durante il periodo di mancato o irregolare funzionamento, sono prorogati fino al decimo giorno successivo alla data di pubblicazione del provvedimento di irregolare funzionamento.

Ne consegue che, tutti i termini delle scadenze fiscali del 30 e 31 marzo 2022 riguardanti adempimenti nei confronti dell’erario sono considerati tempestivi se effettuati entro 10 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento e, quindi, entro l’11 aprile.

Riepilogo delle scadenze prorogate

– la presentazione della dichiarazione sull’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. “Tobin tax”) relativa alle operazioni effettuate nel corso dell’anno precedente (mod. FTT);

– la presentazione della dichiarazione e il versamento dell’IVA mensile per i soggetti che hanno aderito al regime IOSS;

– la presentazione del modello INTRA-12 mensile e versamento dell’imposta in relazione agli acquisti dichiarati;

– la presentazione della dichiarazione dei redditi (modello Redditi SC) in modalità telematica per le società di capitali e gli enti commerciali residenti che hanno chiuso il periodo d’imposta il 30 aprile 2021;

– la presentazione del modello EAS (enti non commerciali) per comunicare le variazioni dati verificatesi nel 2021, rispetto a quanto già comunicato.

Inoltre oltre alle proroghe di quanto sopra riportato l’Agenzia a provveduto con il provvedimento n.11085 allo slittamento dell’invio dei dati per gli amministratori di condominio al 19 aprile il termine per l’invio delle comunicazioni all’ anagrafe tributaria quali trasmissione dei dati relativi alle spese sostenute dal condominio con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, nonché con riferimento all’ acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’ arredo delle parti comuni dell’ immobile oggetto di ristrutturazione. Si tratta della seconda proroga in linea temporale, dopo quella arrivata a marzo tramite cui si erano estesi i tempi per le comunicazioni dal 16 marzo al 7 aprile a causa delle esigenze degli interessati e delle variazioni relative alle specifiche tecniche predisposte per la trasmissione dei dati, per effetto delle modifiche normative.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Studio DEGNI – V.le Unione, 71 – Cusano Milanino (MI)

Tel./Fax 02 61 32 286 – Email: info@studiodegni.it
Email PEC: degnicosimo@odcec.mb.legalmail.it

VUOI RICEVERE UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO?

Fai la tua richiesta e riceverai subito una proposta.

Il nostro Studio offre tariffe concorrenziali, pur non rinunciando alla qualità del lavoro svolto e all’attenzione nei confronti del cliente.

Per ricevere un PREVENTIVO senza alcun impegno COMPILA IL FORM SOTTOSTANTE specificando le tue richieste nel messaggio.

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.